2017/12/14

NPC for LOTR campaign.


Trying to create an NPC for my LOTR campaign. Campaign Cartographer + Picture to People.

2017/12/11

Second attempt at creating coat of arms for Barukkhizdin.


Second attempt, same technique as before.

The writings this time are done in Moria's runes (not sure if I should use Erebor's runes, will check). Also, font used is from http://www.dwarrowscholar.com/

I have tried to use some of the effects on the writing, but with little success.

2017/12/10

First attempt at creating the coat of arms for Barukkhizdin

This is my first attempt at creating a coat of arms for the city of Barukkhizdin, from the (dead) Decipher's Lord of the Rings. 

I used the Character Artist plugin for Campaign Cartographer, and then edited the result to have a black-and-white drawing effect.

Next steps are to use runes rather than Latin characters to write the war cry on the shield, and to give in an effect of engraving. 

2017/11/05

Quality education for all

A TED talk about the learning crisis

https://www.ted.com/talks/amel_karboul_the_global_learning_crisis_and_what_to_do_about_it/footnotes

Amel Karboul tells us that she is here today because of a decision. When the Tunisia became indipendent, the new president decided that 20% of the GDP should be devoted to create free high quality education for all the boys and girls of the country. Minds, rather than bridges and roads, were deemed to be a more important infrastructure to build.

We should have the boldness to take similar decision to address the global learning crisis.

What is the learning crisis?

The huge number of children who are either out of school, or are in school but not learning. It is estimated that without action, by 2030 half of the children will be in such a condition.

The solution to the crisis however is at hand: if every country would apply the best-practice which are currently applied in the countries which have similar GDP / income, the learning crisis would be solved in just one generation. The schools have to become used to deliver results.

There are of course problems to solve: there could be too little teachers, or the population could be distributed over a very large area, like, for example, people living in Amazonia. It would be very hard to have a number of high quality and specialized teachers distributed over such a vast territory, and it would be impractical to move the students to capitals for them to attend school there.

Brazil developed an interesting system to solve this problem: specialized content teachers deliver lessons on-line, while local tutoring teachers help the students on-site. Communication channel is two-way, so the students can make questions and interact with the remote teacher as well.

Despite the technical difficulties, this helped a large number of students to attend lessons which would have been impossible to deliver otherwise. This had another benefit: the content teachers become sort of "stars", thus making the teaching profession attractive to students, who will have more respect of it.

There are two aspects at least to take into consideration, when dealing with such reforms: how to organize the reform and how to finance it.

For the first point, the approach is to gather all the relevant stakeholders (students, teachers, unions, parents, government representative, ngo) so that the reforms, once they are agreed upon, are shared among all. 

In the implementation phase, weekly checks are done, to review the progresses, which includes on-site checks to verify that what should be done is done.

For the financial parts, the funding should come primarly from the state (remember Tunisia). However, if a state requires to lend the money to implement such a reform, they developed special financial programs to remove the burden of the interests from that.

Putting such reforms in place will allow to have quality education for all.

2017/10/28

About learning

https://www.ted.com/talks/tim_ferriss_smash_fear_learn_anything#t-962002

What a guy was able to do when he moved away from fear.

2017/10/25

Un mondo migliore

Non può esistere un mondo migliore di quello di oggi, nel quale tutti continuano a fare le cose che fanno adesso esattamente nel modo in cui lo fanno adesso.

Mi sembra un'affermazione ovvia, ma se continuiamo a fare quello che facciamo, otteremo gli stessi risultati che abbiamo ottenuto fino a questo momento.

Che non sono necessariamente brutti. Ma se vogliamo un mondo migliore, non sono sufficienti.

Allora?

Allora vuol dire che per avere un mondo migliore noi dobbiamo diventare migliori. Più istruiti. Più compassionevoli. Meno disposti a tollerare le ingiustizie. Migliori insomma, qualunque sia la vostra definizione di migliore.

Non si può aspettare che gli altri rendano il mondo attorno a noi un posto migliore. Dobbiamo incominciare noi.

2017/09/02

Artificial Unintelligence

About Artificial Unintelligence and how an AI can qualify:

https://www.ted.com/talks/noriko_arai_can_a_robot_pass_a_university_entrance_exam

New senses for humans

Something I thought about: rather than just replacing the missing senses, adding new senses.

https://www.ted.com/talks/david_eagleman_can_we_create_new_senses_for_humans

2017/08/31

Cameriera di Origine Controllata (e Garantita)

Come reagireste se all'ingresso del locale ci fosse scritto:

"In questo locale non sarete serviti da persone di colore"

oppure se uno dei vostri contatti commentasse, a proposito delle sue vacanze:

"Devo trovare gli extra-comunitari anche a Cortina?"

Non avreste problemi a capire che si tratta di affermazioni razziste, e che chi le fa è un razzista o almeno si sta lasciando andare ad espressioni razziste.

Poiché viviamo in una società che cerca almeno di affrancarsi dal razzismo, tali affermazioni, oltre che essere incostituzionali, stanno diventando sempre meno socialmente accettabili.

Ecco dunque che il razzista "educato", nel senso di razzista che possiede un qualche tipo di educazione, o che semplicemente non vuole essere immediatamente riconosciuto come tale, trova nuovi modi per esprimere il proprio razzismo.

Sto facendo naturalmente riferimento a questo articolo, in cui un cliente di un ristorante a Cortina si lamenta perché la cameriera che lo ha servito in un locale tipico non era "Heidi like".

A questo punto ci piacerebbe capire come è esattamente "Heidi". E' bionda alta e con gli occhi azzurri? Quindi una ragazza mora non andrebbe bene? Non è abbastanza "tipica"? E se fosse rossa? I capelli rossi sono diffusi nel Nord Europa, ma forse non così tanto nel Trentino. I capelli devono essere lisci o ricci? E gli occhi?

Visto che l'autore del commento è un politico potrebbe proporre l'istituzione di un apposito marchio: COC "Cameriera di Origine Controllata" e anche il "COCG" Cameriera di Origine Controllata e Garantita". In questo modo il cliente sarebbe tutelato, e non soggetto a incontrare cameriere fasulle non tipiche.

Dal mio modesto punto di vista continuerò a ritenere queste manifestazioni come forme di razzismo. Più sofisticato, forse. Ma sempre razzismo.

Level 11 for Dutch

Today I reached Level 11 for Dutch!

Still struggling a lot with the language; I will try to finish the children book I bought.

2017/08/28

Six languages

I have been an user of Duolingo for some time, I would say for at least a year, but most probably for a longer time.

At the moment, I am using Duolingo to study six different languages: English (direct and reverse tree), Russian (direct and reverse tree), Dutch French, Irish and Welsh.

I want to regularly report my progresses on Duolingo, and see where I will get in a year from now (so August 28th, 2018).

Ideally I would like to be able to write my updates in any of these six languages by the end of the year.

My starting point is the following:


  • English: I already have a working proficiency with this; I am using Duolingo mostly to exercise; I am doing both direct (English from Italian) and reverse (Italian from English) trees; I have completed the direct tree;
  • Russian: I have a competency which could be between A2 and B1; I can read books with the help of a dictionary, with my understanding of phrases varying a lot according to the words used; I am doing direct (Russian from English) and reverse (English from Russian) trees;
  • French: not sure of the level; I am currently reading a simple book (le petit Nicolas) and I am doing only the direct tree (French from English)
  • Dutch, Irish, Welsh: level is elementary, I think I haven't reached yet the A1 level; I am trying to read a book for children in Dutch. 


So, as you can see, I still have a lot of work to do.

2017/08/27

Weapons of math destruction

Interesting points about big data, algorithms, and how the bad use of them can influence us.

https://www.ted.com/talks/cathy_o_neil_the_era_of_blind_faith_in_big_data_must_end

2017/08/06

A couple of TED talks about violence against women

A very passionate talk about why violence against women should not be seen (and called) as a women's issue:

https://www.ted.com/talks/jackson_katz_violence_against_women_it_s_a_men_s_issue#t-1044489


A short talk about how to create a reporting systems for victims which will allow them to report abuses in a safe way.

https://www.ted.com/talks/jessica_ladd_the_reporting_system_that_sexual_assault_survivors_want#t-343089

2017/06/25

Il mio primo gay pride

Sabato sono stato al Dublin Pride, il gay pride di Dublino.

Il gay pride mi e’ sembrato prima di tutto una festa. La sfilata per il centro di Dublino e’ una festa, chiassosa come sono normalmente le feste.

Ci sono le drag queen?
Certo che ci sono; io no ne ho visto molte, ma non ho visto tutta la parata.
Ma non ci sono SOLO le drag queen. Per esempio c’erano gli scout (si, quelli con la divisa verde e il foulard di due colori attorno al collo, che hanno i loro cori).
E i carri, delle associazioni o delle aziende (Google, Microsoft, Amazon, e via dicendo).
E ci sono famiglie.
E ci sono persone che sembrano uscite dal Blue Oyster Bar.
E stanno tutti quanti assieme, nessuno che pretende che chi ti sta accanto debba essere come te.

Perche’? Perche’ e’ una festa.


E come per tutte le feste, se non volete partecipare ad una festa non andateci. Ma almeno abbiate il buon gusto di lasciare in pace chi invece vuole fare festa.

Malattie genetiche e non solo

Di malattie genetiche, e di quello che siamo davvero in grado di fare

https://www.ted.com/talks/sharon_terry_science_didn_t_understand_my_kids_rare_disease_until_i_decided_to_study_it

2017/06/24

Scienza, gioco e incertezza

Su scienza, gioco e incertezza

https://www.ted.com/talks/beau_lotto_amy_o_toole_science_is_for_everyone_kids_included

(( e un articolo scientifico fatto da una classe di bambini tra gli 8 e i 10 anni ))



2017/06/18

Una citta' per i pedoni

Sul rendere le citta' camminabili

https://www.ted.com/talks/jeff_speck_4_ways_to_make_a_city_more_walkable

The Stop Monkey

Un cortissimo "pinkcast" in cui un ex VP di Google racconta come si puo' creare una cultura in cui sbagliare sia permesso.

http://www.danpink.com/pinkcast/pinkcast-1-19-whoops-the-monkey/

2017/06/17

Lo stoicistmo "reloaded"

E questo e' il mio TED Talk per il Sabato.

https://www.ted.com/talks/tim_ferriss_why_you_should_define_your_fears_instead_of_your_goals

Dove si parla di Seneca, dello stoicismo, e del fatto che soffriamo piu' nella nostra fantasia che nella realta'.

2017/05/27

Law of Demeter (II)

I remember I wrote a long time ago about the Law of Demeter, and the fact that most of the people who wrote about it clearly never read the original article.

Clearly, this is not the case:

https://javadevguy.wordpress.com/2017/05/14/the-genius-of-the-law-of-demeter/

Comunicazioni NWO


Da: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
A: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
Oggetto: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,

come da voi richiesto nell'ultima comunicazione ricevuta, abbiamo provveduto a mettere a libro paga giornalisti, medici e politici per promuovere la campagna vaccinale. Stiamo già riempiendo le pagine di Facebook con i commenti dei nostri stipendiati.

Ordinati saluti



Da: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
A: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
Oggetto: re: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,
ma v'hanno vaccinato pure a voi? O è vero quello che dicono di voi gli Ordinati colleghi della sezione di Livorno?

L'ordine da BF era chiaro:

aòfkjòfj jdlfdjsl dfjdlfdjfjd fdljfldkj slaksjd

Mica è arabo, no?
Siete pregati ordinatamente di eseguire
Ordinati saluti




Da: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
A: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
Oggetto: re: re: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,

i vaccinati saranno quelli della sezione di Livorno. In ogni caso, come da richiesta di BF, abbiamo rediretto le nostre energie per contrastare la campagna vaccinale e spiegare tutte le nefaste conseguenze che i vaccini portano. Abbiamo messo a libro paga gli antivax più in vista. I Temporanei Redattori Operanti Le Letture (TROLL) sono stati istruiti perché sottoscrivano le pagine richieste. Non è stato facile, ma con l'Ordinato impegno di tutta la sezione, ci siamo riusciti.

Ordinati saluti




Da: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
A: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
Oggetto: re: re: re: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,
ma che ce fate o ce siete?
Ve ripeto quanto scritto da BF:

> aòfkjòfj jdlfdjsl dfjdlfdjfjd fdljfldkj slaksjd

Quindi provvedete!
Ordinati saluti




Da: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
A: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
Oggetto: re: re: re: re: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,
o cos'è quest'altro giro di valzer? E soprattutto, ora che ci facciamo con tutti quelli che abbiamo messo a libro paga?
Ordinati saluti



Da: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
A: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
Oggetto: re: re: re: re: re: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,
li licenziate no? Che lo abbiamo fatto a fare il Jobs Act?
Ordinati saluti

2017/05/25

Preparatevi una risposta

Fatemi fare il tragico.

Prima o poi il flusso di migranti attraverso il Mediterraneo diventerà storia. E' un capitolo della storia dell'umanità, e come tale, passerà anche questo.

E probabilmente, come oggi noi leggiamo con orrore degli stermini dei campi di concentramento e dell'indifferenza della popolazione nei confronti degli stessi, i nostri nipoti leggeranno delle morti in mare, dei mancati soccorsi, dell'indifferenza, del fastidio, e di tutto quello che accade oggi in Italia.

E allora si volteranno verso di noi, e ci chiederanno "Come è potuto succedere?"

Prepatevi una risposta. E "noi non sapevamo", stavolta, non sarà accettabile.

2017/04/08

Brexit reloaded

Allo scopo di liberarsi dal giogo europeo, un manipolo di guerriglieri del Regno Unito ha iniziato una guerra senza quartiere all'Europa fino a quando, finalmente, l'Europa ha dovuto capitolare e ritirare le sue truppe di occupazione delle isole britanniche.

Nello stesso periodo, un gruppo di indipendentisti scozzesi, ringalluzziti dal caos che veniva montando, ha deciso di provare a separarsi dal Regno Unito, ma la loro rivolta è stata soffocata nel sangue. La vittoria dei guerriglieri britannici contro l'occupante europeo, lungi dal fiaccare l'animo scozzese, ha invece convinto gli scozzesi a cercare un appoggio nell'Europa per minare nuovamente la sovranità territoriale britannica.

E naturalmente, la situazione nell'Irlanda del Nord continua ad essere tumultuosa, con il confine tra Nord e Sud chiuso.

Come dite? Non è andata così? Non sta andando così?

E' vero, non è andata così. Per sancire l'uscita dall'Unione Europea, il Regno Unito ha chiesto di applicare una legge che era già prevista. Punto. Si dovrà discutere dei dettagli, ma non ci sono altre cose da fare. Non ci sono guerre di indipendenza da combattere, proiettili da sparare, città da distruggere.

Allo stesso modo, la Scozia ha istituito un referndum per decidere se uscire dal Regno Unito o no. Gli indipendentisti hanno perso, e ora hanno deciso di farne un altro. Fine. Di nuovo, niente proiettili, niente morti.

Questa è l'Unione Europea.

E' un posto dove ci si siede ad un tavolo e si discute. E se si vuole si va via. Non è l'Impero di Carlo Magno e neppure la Grande Germania.

E siamo così abituati che le cose funzionino così, che la politica in Europa si faccia sedendosi e discutendo che non ci facciamo più neppure caso.

2017/03/25

Questa è l'Europa!

Ultimamente, mi capita spesso di guardare su Youtube vecchie puntate di uno show americano chiamato "What Would You Do?" (WWYD)

Il programma è una sorta di candid camera; attori creano situazioni, come ad esempio dei ragazzi che se la prendono con un senza tetto, oppure una ragazza di colore che viene discriminata in un negozio di lusso, o simili.

La troupe presente filma la reazione dei cittadini, e poi le reazioni più interessanti vengono trasmesse.

In questo show americano è interessante vedere come spesso, per sottolineare che si stanno violando i diritti di una persona (la ragazza discriminata perché è di colore) i cittadini esclamino: "Questa è l'America!" o "Siamo in America!".

Sono rimasto molto colpito da queste affermazioni. "Questa è l'America" sembra essere per quei cittadini l'argomento conclusivo, il richiamo ad una serie di principi che non sono negoziabili.

E guardando oggi l'Europa, è questo probabilmente che manca a molti cittadini europei: il fatto di doversi muovere di fronte ad un'ingiustizia, esclamando: "Non posso permetterlo, questa è l'Europa!"