2017/06/25

Il mio primo gay pride

Sabato sono stato al Dublin Pride, il gay pride di Dublino.

Il gay pride mi e’ sembrato prima di tutto una festa. La sfilata per il centro di Dublino e’ una festa, chiassosa come sono normalmente le feste.

Ci sono le drag queen?
Certo che ci sono; io no ne ho visto molte, ma non ho visto tutta la parata.
Ma non ci sono SOLO le drag queen. Per esempio c’erano gli scout (si, quelli con la divisa verde e il foulard di due colori attorno al collo, che hanno i loro cori).
E i carri, delle associazioni o delle aziende (Google, Microsoft, Amazon, e via dicendo).
E ci sono famiglie.
E ci sono persone che sembrano uscite dal Blue Oyster Bar.
E stanno tutti quanti assieme, nessuno che pretende che chi ti sta accanto debba essere come te.

Perche’? Perche’ e’ una festa.


E come per tutte le feste, se non volete partecipare ad una festa non andateci. Ma almeno abbiate il buon gusto di lasciare in pace chi invece vuole fare festa.

Malattie genetiche e non solo

Di malattie genetiche, e di quello che siamo davvero in grado di fare

https://www.ted.com/talks/sharon_terry_science_didn_t_understand_my_kids_rare_disease_until_i_decided_to_study_it

2017/06/24

Scienza, gioco e incertezza

Su scienza, gioco e incertezza

https://www.ted.com/talks/beau_lotto_amy_o_toole_science_is_for_everyone_kids_included

(( e un articolo scientifico fatto da una classe di bambini tra gli 8 e i 10 anni ))



2017/06/18

Una citta' per i pedoni

Sul rendere le citta' camminabili

https://www.ted.com/talks/jeff_speck_4_ways_to_make_a_city_more_walkable

The Stop Monkey

Un cortissimo "pinkcast" in cui un ex VP di Google racconta come si puo' creare una cultura in cui sbagliare sia permesso.

http://www.danpink.com/pinkcast/pinkcast-1-19-whoops-the-monkey/

2017/06/17

Lo stoicistmo "reloaded"

E questo e' il mio TED Talk per il Sabato.

https://www.ted.com/talks/tim_ferriss_why_you_should_define_your_fears_instead_of_your_goals

Dove si parla di Seneca, dello stoicismo, e del fatto che soffriamo piu' nella nostra fantasia che nella realta'.

2017/05/27

Law of Demeter (II)

I remember I wrote a long time ago about the Law of Demeter, and the fact that most of the people who wrote about it clearly never read the original article.

Clearly, this is not the case:

https://javadevguy.wordpress.com/2017/05/14/the-genius-of-the-law-of-demeter/

Comunicazioni NWO


Da: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
A: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
Oggetto: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,

come da voi richiesto nell'ultima comunicazione ricevuta, abbiamo provveduto a mettere a libro paga giornalisti, medici e politici per promuovere la campagna vaccinale. Stiamo già riempiendo le pagine di Facebook con i commenti dei nostri stipendiati.

Ordinati saluti



Da: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
A: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
Oggetto: re: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,
ma v'hanno vaccinato pure a voi? O è vero quello che dicono di voi gli Ordinati colleghi della sezione di Livorno?

L'ordine da BF era chiaro:

aòfkjòfj jdlfdjsl dfjdlfdjfjd fdljfldkj slaksjd

Mica è arabo, no?
Siete pregati ordinatamente di eseguire
Ordinati saluti




Da: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
A: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
Oggetto: re: re: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,

i vaccinati saranno quelli della sezione di Livorno. In ogni caso, come da richiesta di BF, abbiamo rediretto le nostre energie per contrastare la campagna vaccinale e spiegare tutte le nefaste conseguenze che i vaccini portano. Abbiamo messo a libro paga gli antivax più in vista. I Temporanei Redattori Operanti Le Letture (TROLL) sono stati istruiti perché sottoscrivano le pagine richieste. Non è stato facile, ma con l'Ordinato impegno di tutta la sezione, ci siamo riusciti.

Ordinati saluti




Da: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
A: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
Oggetto: re: re: re: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,
ma che ce fate o ce siete?
Ve ripeto quanto scritto da BF:

> aòfkjòfj jdlfdjsl dfjdlfdjfjd fdljfldkj slaksjd

Quindi provvedete!
Ordinati saluti




Da: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
A: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
Oggetto: re: re: re: re: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,
o cos'è quest'altro giro di valzer? E soprattutto, ora che ci facciamo con tutti quelli che abbiamo messo a libro paga?
Ordinati saluti



Da: sezione NWO di Roma, Palazzo dei Poteri Forti
A: sezione NWO di Pisa, zona Porta a Lucca
Oggetto: re: re: re: re: re: stato di avanzamento del Grande Progetto

Ordinati colleghi,
li licenziate no? Che lo abbiamo fatto a fare il Jobs Act?
Ordinati saluti

2017/05/25

Preparatevi una risposta

Fatemi fare il tragico.

Prima o poi il flusso di migranti attraverso il Mediterraneo diventerà storia. E' un capitolo della storia dell'umanità, e come tale, passerà anche questo.

E probabilmente, come oggi noi leggiamo con orrore degli stermini dei campi di concentramento e dell'indifferenza della popolazione nei confronti degli stessi, i nostri nipoti leggeranno delle morti in mare, dei mancati soccorsi, dell'indifferenza, del fastidio, e di tutto quello che accade oggi in Italia.

E allora si volteranno verso di noi, e ci chiederanno "Come è potuto succedere?"

Prepatevi una risposta. E "noi non sapevamo", stavolta, non sarà accettabile.

2017/04/08

Brexit reloaded

Allo scopo di liberarsi dal giogo europeo, un manipolo di guerriglieri del Regno Unito ha iniziato una guerra senza quartiere all'Europa fino a quando, finalmente, l'Europa ha dovuto capitolare e ritirare le sue truppe di occupazione delle isole britanniche.

Nello stesso periodo, un gruppo di indipendentisti scozzesi, ringalluzziti dal caos che veniva montando, ha deciso di provare a separarsi dal Regno Unito, ma la loro rivolta è stata soffocata nel sangue. La vittoria dei guerriglieri britannici contro l'occupante europeo, lungi dal fiaccare l'animo scozzese, ha invece convinto gli scozzesi a cercare un appoggio nell'Europa per minare nuovamente la sovranità territoriale britannica.

E naturalmente, la situazione nell'Irlanda del Nord continua ad essere tumultuosa, con il confine tra Nord e Sud chiuso.

Come dite? Non è andata così? Non sta andando così?

E' vero, non è andata così. Per sancire l'uscita dall'Unione Europea, il Regno Unito ha chiesto di applicare una legge che era già prevista. Punto. Si dovrà discutere dei dettagli, ma non ci sono altre cose da fare. Non ci sono guerre di indipendenza da combattere, proiettili da sparare, città da distruggere.

Allo stesso modo, la Scozia ha istituito un referndum per decidere se uscire dal Regno Unito o no. Gli indipendentisti hanno perso, e ora hanno deciso di farne un altro. Fine. Di nuovo, niente proiettili, niente morti.

Questa è l'Unione Europea.

E' un posto dove ci si siede ad un tavolo e si discute. E se si vuole si va via. Non è l'Impero di Carlo Magno e neppure la Grande Germania.

E siamo così abituati che le cose funzionino così, che la politica in Europa si faccia sedendosi e discutendo che non ci facciamo più neppure caso.

2017/03/25

Questa è l'Europa!

Ultimamente, mi capita spesso di guardare su Youtube vecchie puntate di uno show americano chiamato "What Would You Do?" (WWYD)

Il programma è una sorta di candid camera; attori creano situazioni, come ad esempio dei ragazzi che se la prendono con un senza tetto, oppure una ragazza di colore che viene discriminata in un negozio di lusso, o simili.

La troupe presente filma la reazione dei cittadini, e poi le reazioni più interessanti vengono trasmesse.

In questo show americano è interessante vedere come spesso, per sottolineare che si stanno violando i diritti di una persona (la ragazza discriminata perché è di colore) i cittadini esclamino: "Questa è l'America!" o "Siamo in America!".

Sono rimasto molto colpito da queste affermazioni. "Questa è l'America" sembra essere per quei cittadini l'argomento conclusivo, il richiamo ad una serie di principi che non sono negoziabili.

E guardando oggi l'Europa, è questo probabilmente che manca a molti cittadini europei: il fatto di doversi muovere di fronte ad un'ingiustizia, esclamando: "Non posso permetterlo, questa è l'Europa!"