2009/12/20

Nuovi strumenti di sviluppo


Grazie a quello che non smette di assomigliarmi, e grazie al fatto che è Natale, e che quello che non smette di assomigliarmi mi doveva fare un regalo, ho un nuovo strumento di sviluppo: una bellissima clessidra da mezz'ora. Niente più contaminuti ticchettanti per me... solo la sabbia che scorre. Ovvio che, a questo punto, devo evitare di mettermi a guardare la sabbia...

2009/12/14

Tristezza

Oggi mi sono sentito triste, così, tutto ad un tratto. Perché? Perché ho letto un po' di commenti in giro, sull'aggressione a Berlusconi. Ho visto persone che hanno esultato.

E mi sono sentito triste.

Perché io ci tengo a questo paese. Io ci abito. Non vivo in Germania, in Inghilterra, in Francia o negli Stati Uniti: vivo in Italia.

E oggi ho avuto l'impressione che si fosse rotto un argine, si fosse superato un limite: è stato versato il primo sangue.

Certo, oggi è quello di Berlusconi; e domani? A chi toccherà domani?

Oggi mi hanno ricordato che l'Italia è diventato un brutto posto; e questo mi ha reso triste.

2009/12/08

Ragionamenti logici...

Mia figlia racconta alla mamma una favola.

"C'era una volta nel bosco la scuola degli animali; la maestra volpe accompagnò suo figlio scoiattolo in classe e poi andò nella sua classe."

"Ma no," obietta la mamma, "lo scoiattolo non può essere il figlio della volpe."

"Perché?" domanda la figlia.

"Perché le volpi non hanno per figli gli scoiattoli," risponde la mamma, paziente.

"E perché," le ribatte mia figlia, "secondo te gli animali vanno a scuola?"

Insegnategli a ragionare...