2009/12/20

Nuovi strumenti di sviluppo


Grazie a quello che non smette di assomigliarmi, e grazie al fatto che è Natale, e che quello che non smette di assomigliarmi mi doveva fare un regalo, ho un nuovo strumento di sviluppo: una bellissima clessidra da mezz'ora. Niente più contaminuti ticchettanti per me... solo la sabbia che scorre. Ovvio che, a questo punto, devo evitare di mettermi a guardare la sabbia...

2009/12/14

Tristezza

Oggi mi sono sentito triste, così, tutto ad un tratto. Perché? Perché ho letto un po' di commenti in giro, sull'aggressione a Berlusconi. Ho visto persone che hanno esultato.

E mi sono sentito triste.

Perché io ci tengo a questo paese. Io ci abito. Non vivo in Germania, in Inghilterra, in Francia o negli Stati Uniti: vivo in Italia.

E oggi ho avuto l'impressione che si fosse rotto un argine, si fosse superato un limite: è stato versato il primo sangue.

Certo, oggi è quello di Berlusconi; e domani? A chi toccherà domani?

Oggi mi hanno ricordato che l'Italia è diventato un brutto posto; e questo mi ha reso triste.

2009/12/08

Ragionamenti logici...

Mia figlia racconta alla mamma una favola.

"C'era una volta nel bosco la scuola degli animali; la maestra volpe accompagnò suo figlio scoiattolo in classe e poi andò nella sua classe."

"Ma no," obietta la mamma, "lo scoiattolo non può essere il figlio della volpe."

"Perché?" domanda la figlia.

"Perché le volpi non hanno per figli gli scoiattoli," risponde la mamma, paziente.

"E perché," le ribatte mia figlia, "secondo te gli animali vanno a scuola?"

Insegnategli a ragionare...

2009/11/21

La spadellata

Dalla mia signora, ecco una ricetta facile facile, che in casa nostra viene chiamata spadellata.

Prendete una cipolla e tagliatela a pezzettoni; mettetela in un tegame con l'olio e iniziate a farla rosolare; mentre la cipolla rosola, aggiungete un peperone tagliato a quadrati di circa due centimetri, mezza melanzana tagliata a cubetti, mezzo porro fatto a fettine. Aggiungete il sale e chiudete con un coperchio.

Mentre le verdure si ammorbidiscono, tagliate due bistecchine di maiale a pezzetoni e aggiungetele alle verdure. Tagliate poi una fetta alta di vitello e aggiungetela, tagliate infine due salsicce in tre parti e aggiungete al tutto.

Lasciate cuocere il tutto con il coperchio per quindici, venti minuti. Se dovesse attaccarsi, aggiungete un po' di brodo di verdura.

Servite caldo con abbondante pane per fare la scarpetta :)

2009/10/22

La mia campagna di solidarietà

Visto che Repubblica.it ci spiega che bisogna fare le campagne per difendere la Bindi cui Berlusconi ha detto: "sei più bella che intelligente," e la Bindi non può difendersi da sola da un simile insulto, uso questo inutile blog per lanciare una campagna di solidarietà per la ragazza che è stata violentata a Montalto di Casto.

Questa è la notizia dove si spiega che gli stupratori (che sono stati riconosciuti colpevoli, altrimenti perché sono stati messi in prova?) godono del consenso di tutti.

Se siete d'accordo, lasciate un commento.

2009/10/18

L'interesse dei cittadini

Dal Corriere della Sera, Luca Palamara ci fa sapere che:

Noi diciamo no a una riforma della Carta costituzionale perchè difendiamo l'autonomia della magistratura nell'interesse dei cittadini


Ogni volta che un governo vuole abbattere un privilegio, una rendita di posizione, viene invocato l'interesse dei cittadini. Vi ricordate i tempi delle lenzuolate di Bersani? Bersani che voleva aprire il mercato dei medicinali? Cosa risposero i farmacisti? Che c'era l'interesse dei cittadini da difendere. E quando provò ad infrangere il monopolio dei tassisti? Anche in quel caso c'era l'interesse dei cittadini da difendere. E quando toccò le tariffe dei professionisti? No, no, non si poteva fare perché c'era l'interesse dei cittadini.

Beh, sarebbe ora che qualcuno facesse sapere a questi signori che i cittadini, fino a prova contraria, sono liberi di decidere se vogliono o meno certe tutele. Si chiama democrazia.

2009/10/17

Fiducia nella giustizia

Montalto, messa in prova per stupratori

Naturalmente, la mancanza di fiducia nella giustizia, è colpa di Berlusconi che protesta per la bocciatura del Lodo Alfano.

Ritorsioni

Neutrali (da quasi 500 anni) va bene. Masochisti, però, no. E così la Svizzera, pungolata dai mal di pancia delle banche ticinesi, si prepara a scatenare una guerra commercial-diplomatica contro lo scudo fiscale.


La Svizzera attacca lo scudo e studia ritorsioni per l'Italia

Cosa fanno, minacciano di non chiudere più gli occhi di fronte alla provenienza dei soldi che vengono depositati?

2009/10/16

Voterò solo canditati che...

... dichiarino preventivamente di considerare cialtroni quelli che pubblicano notizie come queste.

2009/10/15

Gente che lavora...


Se dovessi smettere di fare politica, un mestiere ce l'ho. Di D'Alema non si può dire altrettanto. E nemmeno di Bersani e Franceschini


Se lo dice Marino, ci possiamo fidare...

2009/10/13

Notizie dal mondo

Perché devo leggere queste notizie su slashdot?

2009/10/09

Nobel preventivo

Prima di dargli il nobel, almeno potrebbero aspettare che faccia qualcosa; non è che siccome il suo predecessore si chiama George W. Bush, qualsiasi cosa faccia Obama, è buono santo e benedetto.

D'altra parte poi: in Afganistan, mi sembra che siano gli stessi soldati; anzi, ne vuole di più; ci sono più morti di prima, e la situazione peggiora.

In Iraq non mi sembra che le cose vadano meglio, stesso discorso.

Con l'Iran s'è fatto portare per il naso, e ho l'impressione che tra poco gli israeliani decideranno che è il caso di prendere le cose in mano.

Allora? Che ha fatto costui, a parte un po' di belle parole?

2009/07/14

Un grande giornalista

Barack Obama è nella sostanza il più pessimista, ritiene che il peggio sia al suo culmine e che si aggraverà ancora nel prossimo autunno e nell' inverno del 2010.

Questa chicca la scrive Eugenio Scalfari su Repubblica. Evidentemente, il peggio non è ancora al culmine neanche per l'italiano.

2009/07/08

Legalità

Repubblica dice di aver visionato le foto di Berlusconi e compagnia il 26 Giugno.

Peccato che, almeno a quello che dice Repubblica, quelle foto siano bloccate dal garante per la privacy il 7 Giugno.

Siccome se ho letto bene la Rizzoli le tiene in cassaforte, o Repubblica ha forzato la cassaforte della Rizzoli, o la Rizzoli ha mostrato le foto a Repubblica.

O c'è un'altra possibilità?

2009/05/19

Lo stato laico

Dopo l'ultima uscita di Fini a proposito della laicità dello stato, ho deciso di raccogliere un po' di pensieri a proposito di cosa sia per me uno stato laico.

Lo stato laico è lo stato che non riconosce alcun potere superiore a se stesso.

Perché dico questo?

Uno stato religioso riconosce che esiste un potere superiore ad esso, chiamato Dio, ed un insieme di leggi, cui si deve uniformare. In uno stato religioso, quando una legge entra in contrasto con la parola di Dio, è la legge che deve essere cambiata.

Lo stato laico non riconosce l'esistenza di questo potere, come di nessun altro potere, e quindi non deve uniformare le sue leggi ad altri che a se stesso. Lo stato laico ovviamente possiede una costituzione, cui tutte le leggi vengono uniformate. Ma la costituzione stessa è una legge dello stato, e quindi lo stato può cambiarla, nei modi previsti dallo stato stesso.

Lo stato laico non riconosce l'esistenza di cose come la dichiarazione dei diritti fondamentali dell'uomo. I diritti dell'uomo esistono poiché esistono le leggi dello stato che le tutelano. Lo stato laico può legiferare in accordo o contro tale dichiarazione, e nel momento in cui lo fa i diritti prescritti in tali dichiarazioni esistono, all'interno dello stato laico, o non esistono.

Secondo me, insomma, sostituire la dichiarazione fondamentale dei diritti dell'uomo alla bibbia o comunque ai dettami della Chiesa Cattolica non fa dello stato uno stato laico. Gli fa soltanto cambiare religione.

2009/05/14

Outdoor aziendale

E oggi, andiamo ad un outdoor aziendale... cosa mai sarà? E cosa sono i brilletti?

2009/05/11

Le battute di Obama

Mi immagino cosa sarebbe successo se qualcun altro avesse fatto queste battute...

2009/05/04

Lunedì mattina

Ci sono alcune giornate che sono perfette; praticamente, ti sembra di aver ingoiato una pozione di quelle di Harry Potter di 'pura fortuna'; poi ci sono invece quei Lunedì mattina che esistono solo per ricordarti che la sfiga ci vede benissimo.

2009/04/30

Nuovo sviluppatore su qt-asterisk

C'è un nuovo sviluppatore su http://sf.net/projects/qt-asterisk e la prima beta si avvicina ;)

pydev and Eclipse (I)

After a post I read on the python mailing list, where a developer was asking advice on the available python development enviroments, I thought it could be useful to write my thoughts about it. First I will write about what I think about Eclipse; then I will write about PyDev.

When you choose to work with pydev, you enter in the Eclipse world. You can feel comfortable there, like having a very big guy as a friend, or you can think your python is going to be smashed under the Eclipse elephant. You'll have to check and see.

First of all, be prepared to have a lot of memory and processor power available; forget to have less than 1 GB of memory, if you want to do any serious development; of course, Eclipse does not ask all that memory; but Firefox, Icedove, OpenOffice, KDE... all of them ask a lot of memory and horsepower too; and once you start using them all together, and you will do that, I'm sure you will do, Eclipse will ask for just more power.

After that, you've Eclipse at your service; it is not so easy to understand the way it works, at beginning; but it has a lot of power, inside it.

A tons of plugins are available; many of them provides functions for Java, but many are not bounded to just one language. And you can install support for C/C++ too, so that you can develop your C/C++ based extensions to Python.

For example, you want to edit your Trac tickets from inside Eclipse? Install Mylyn plugin and you've done; you want to manage your SVN? Install subeclipse, and you've done again.

In short, Eclipse is a world, and it is ready to put itself at your service, if you're able to speak its language.

2009/04/28

QT-Asterisk

Mi sono messo dietro ad un nuovo progetto opensource, chiamato qt-asterisk. Il progetto è partito adesso e, a parte Uriel che lo ha lanciato, ci sono altri tre sviluppatori (me compreso). E questo post lo sto scrivendo da dentro qt-asterisk ;).

2009/04/26

I temi della scuola

Da un po' di tempo ho iniziato a leggere "Manuale di scrittura (non creativa)" di Marco Santambrogio. Cercando sulla rete, ho trovato un'intervista all'autore. Mi ha molto colpito questo passaggio:

Qualcuno ha capito che cosa bisogna scrivere in un tema a scuola?
Complimenti! Quando andavo a scuola io, non sapevamo se in un tema si
dovesse dimostrare di saper maneggiare con disinvoltura la lingua
italiana, o si dovesse dimostrare di aver fatto molte letture, o si
dovesse parlare di sé o che altro. Lo stesso problema si ripropone alla
tesi di laurea: la maggior parte degli studenti si preoccupa
soprattutto di riempire il numero prescritto di pagine. Un’esperienza
umiliante per gli studenti intelligenti. Quando prendono la penna in
mano, anche i professionisti si trovano ad affrontare le stesse
difficoltà.

Cosa posso dire se non che sottoscrivo in pieno?

2009/04/23

oood inside PAFlow

Bene: alla fine mi sono deciso, ho buttato via il vecchio demone di OpenOffice, e ho iniziato ad usare quello di ERP5; almeno, questo ha il vantaggio di sembrare un po' più aggiornato e di poter funzionare in modo 'connectionless', a differenza dell'altro, che mi causava non pochi problemi.




2009/04/20

Firefox più vulnerabile di IE?

Questo post di Alfonso Fuggetta cita un articolo di Neowin, che cita a sua volta uno studio di Secunia, una società che lavora nel campo della sicurezza informatica.

L'articolo citato da Alfonso titola: "Firefox rated the most vulnerable browser."

Questa affermazione si basa sul grafico a pagina 11 dello studio di Secunia, che confronta il numero di bug segnalati per i quattro principali browsers (Firefox, Internet Explorer, Safari e Opera).

La deduzione dell'articolista è: siccome per Firefox ho più bug segnalati rispetto ad Opera o a IE, allora, Firefox è più vulnerabile di IE o di Opera.

Ora, è certamente vero che il numero di bug segnalati su di un browser sia correlato al numero di bug presenti nel browser (infatti, è sicuramente minore o uguale). Ma non è possibile dedurre quanto è scritto dall'articolista. Infatti:

1) le segnalazioni sono a cura delle società di software, che potrebbero perseguire politiche diverse nella pubblicazione dei bug; una società potrebbe non segnalare un bug, ritenendolo non critico, mentre un'altra potrebbe avere  una politica di completa trasparenza;

2) non è dimostrato che i gruppi che indagano sui browser effettuino indagini in modo omogeneo;

3) non è dimostrato che i bug possano essere trovati in modo omogeneo sui diversi browser;

4) non è dimostrato che i gruppi che indagano sui diversi browser segnalino i bug rilevati con la stessa politica.

La tesi deve dunque essere rigettata, come falsa.