2006/06/19

Nuovo libro da leggere

Dopo Domain Driven Design, sembra che il prossimo libro sia Agile Database Techniques... appena l'ho finito scriverò cosa ne penso.

2006/05/22

Patterns of XUnit Test Automation

Patterns of XUnit Test Automation è il sito usato per lo sviluppo di un libro sugli Unit Test. Affronta in modo analogo al bellissimo Refactoring di Martin Fowler il problema degli Unit Test. Me lo leggo online finché ci riesco...

2006/05/12

E' finita un'altra settimana...


Settimana piuttosto particolare questa: ci sono tante piccole cose nuove che stanno succedendo in Icube, un po' per volta.

La prima è che Paolo ha ripreso attivamente a programmare insieme con me: all'inizio si è limitato a fare da esploratore per me, mentre io macinavo le cose da sistemare, poi ha iniziato anche lui a fare commit di sua iniziativa.

La seconda è sono stabilmente alle 16:30 a casa per tenere Elisa dopo la scuola. Giovedì scorso è venuto anche il "cuginetto" Davide, il figlio di Paolo, e assieme ad Elisa sono rimasti a giocare per buona parte del pomeriggio, mentre io e Paolo andavamo avanti a sistemare le cose che dovevamo sistemare su PAFlow.

Mio cognato poi mi ha invitato a parlare ad un convegno presso la sua scuola, in cui dovrò parlare di software libero e impresa, o qualcosa di simile. Vedremo che cosa succede.

2006/05/09

Metto le interfacce a Openflow



Openflow è uno dei nostri primi progetti di Zope/Python, quindi è normale che non impieghi alcune delle tecnologie che ora sono diventate "standard" nei progetti che portiamo avanti.

Vorrei impiegare queste tecnologie in Openflow, anche per usarlo più proficuamente all'interno degli altri progetti.

La tecnologia da cui voglio partire è quella delle Interface, in modo da poter "moccare" efficacemente Openflow dall'interno di PAFlow, cosa che in questo momento non si riesce a fare niente affatto bene.

Avrei molto il dubbio se iniziare subito con Five e muovermi verso Zope 3, ma visto che non conosco ancora granché di questa tecnologia, penso che sarebbe un passo molto azzardato.

Visto che ci sono, vorrei anche fare in modo che Openflow giri senza problemi su Zope 2.8/2.9.

2006/05/07

Pair Programming con Paolo

A seguito degli ultimi eventi in Icube, mi sono ritrovato a dover lavorare molto di più per la parte dello sviluppo assieme a Paolo, mio fratello (nonché mio gemello).

Abbiamo sviluppato un metodo di lavoro che rassomiglia al Pair Programming, ma è diverso in alcuni punti abbastanza fondamentali. Per adesso, lo abbiamo applicato al Refactoring di PAFlow. Come è andata?

In pratica, un pomeriggio, ci siamo ritrovati entrambi al computer, io a casa mia e lui a casa sua. Entrando in chat, mi ha iniziato a segnalare delle parti di codice che potevano essere facilmente rifattorizzabili su PAFlow. La cosa si è quindi sviluppata con lui che esplorava e cercava le cose da eliminare e rifattorizzare, ed io che eliminavo, facevo girare i test e committavo. L'esperienza è stata estremamente produttiva, e sicuramente da ripetere.



Nel frattempo, ho (ri)iniziato a leggere il libro di Eric Evans, Domain Driven Design. Mi era piaciuto molto quando avevo iniziato a leggerlo la prima volta, spero stavolta di arrivare in fondo. E' uno di quei tomi molto ricchi, di quelli per intendersi alla Design Patterns, dove non puoi semplicemente leggere tutto dalla prima all'ultima pagina, perché sono molto ricchi.

Quando avrò finito di leggerlo, sono abbastanza convinto che avrò dei nuovi strumenti molto interessanti da usare.

2006/05/02

Pattern per i test

Cercando un modo per fare il test dei PDF, ho trovato per caso un articolo
che mi sembra molto interessante. Descrive pattern per scrivere i test, in modo molto simile a quello che fa Design Pattern. Appena l'ho letto voglio provare ad applicare quello di cui parla.

2006/04/30

L'Era Glaciale 2


Con la scusa di dover portare mia figlia (Elisa) al cinema, mi sono andato a vedere l'Era Glaciale 2. Credo che fosse più bello il primo, ma a lei è piaciuto, quindi non penso di dover protestare più di tanto, almeno fino a quando non esce il DVD.

Ma un buon client no?

Ho provato due diversi client per postare messaggi su di questo blog, tutti e tre sotto Linux: sono due dei tre client consigliati direttamente sul sito di blogger.com, quindi suppongo che se qualcuno ne abbia fatto uno nuovo si sarebbe sforzato di farlo sapere.

Sono rimasto abbastanza deluso da entrambi.

Per primo ho provato BloGTK: ha un'interfaccia abbastanza carina, ma non permetteva di mettere i titoli.

Il secondo, gnome-blog-poster, mi permetteva di mettere i titoli, ma mi sembrava abbastanza limitato: più un oggetto da poterci scrivere due appunti che un oggetto per scrivere una paginetta di testo sensato.

Per adesso, quindi, mi tocca di continuare ad usare firefox per andare avanti.

2006/04/28

Le cose cambiano

Daniele, Claudio e Ivan sono definitivamente partiti per altri lidi. Pace e lunga vita (come direbbe Spock).

2006/04/24

Non finiro' mai di stupirmi...

Prima i fatti, poi i miei commenti. Ho appena finito di vedere le Iene, ed ho dovuto spegnere perche' mi stava troppo bollendo il sangue.

Il servizio analizzava i metodi dell'inchiesta Game Over della procura di Verona, sul traffico di materiale pedopornografico. Credo che con una buona ricerca in rete sia possibile trovare molte informazioni al riguardo, io ho trovato un articolo del Giorno.

In breve, cosa è successo? A partire da alcune immagini ritrovate su di un computer in riparazione, si è risaliti ad un sito che commerciava in immagini pedopornografiche. L'acquisto di tale materiale tuttavia avveniva attraverso una o più società di intermediazione (tipo PayPal, se ho capito bene). Cosa è stato fatto da parte di chi conduceva le indagini? Sono state richieste alle società che gestiscono carte di credito in Italia chi avesse fatto almeno 4 transazioni con tali società, e queste persone sono state messe sotto inchiesta. Solo che queste società di intermediazione non lavoravano solo per i siti di commercio pedopornografico, ma anche per società che vendevano software o materiale perfettamente legale!

Risultato?

1146 persone (più o meno) messe sotto inchiesta e processata

Di queste, 1 soltanto è stata effettivamente perseguita, e cioé il possessore del famoso computer da cui è partito tutto.

Per le altre c'è stata l'archiviazione.

Certo, tutti voi avete sentito di questa archiviazione clamorosa, vero? C'è stata la puntata di Porta a Porta che ne parlava, ad Otto e Mezzo ci hanno fatto una puntata speciale, il TG1 ha dedicato l'apertura... o no?

Vedete, la cosa che mi ha fatto più andare in bestia però non è questa, e cioè che sia stato commesso un errore e che nessuno abbia avuto il coraggio di ammetterlo.

L'aspetto che mi sconvolge è constatare che una parte del mondo che chiamiamo stato (italiano, europeo, mondiale) è così lontanto da questo mondo (Intenet? l'informatica? la tecnologia?) da prendere delle cantonate di questa portata!

Ma è davvero un fatto tecnologico?

Sì, è un fatto tecnologico. O culturale. Chiamatelo un po' come vi pare. Abbiamo un mondo che cambia, e abbiamo persone che per un motivo o per l'altro non riescono a stargli dietro. E questo è brutto quando si tratta di una persona e di quello che fa per se. Ma quando è un magistrato, questo rischia di diventare terribile per i cittadini.